10 aprile. La Montagna dei Sospesi. Sulle spalle di Montagna Longa (PA)

Montagna Longa guarda dall’alto Terrasini e Cinisi da un lato, e Carini dall’altro; da lontano saluta Castellammare del Golfo, e in silenzio osserva viaggiatori atterrare e decollare da Punta Raisi; e – insieme alle nuvole – guarda in basso, verso il Mare.

Quando il cielo è limpido tutti i paesi visibili diventano piccoli mondi lontani: grandi formicai. Quando le nuvole si posano sulla cima, invece, terra e cielo sono così vicine che si cammina quasi aspettandosi l’apparizione di Bersabea – una delle città invisibili descritte da Italo Calvino.

È da queste montagne che Impastato lasciò sospesa una domanda: quanto è importante l’educazione alla bellezza?

Su questa stessa pietra, sono rimasti sospesi per sempre i viaggiatori del volo 112 nell’incidente del ‘72.

Arrivati in cima un paesaggio fantascientifico coglie impreparati.

Questa è la Montagna dei Sospesi che abbiamo camminato.

Cosa nasconde la leggerezza dell’aria e la durezza della pietra? Cosa nasconde quel tempo sospeso?

Vi aspettiamo per camminare insieme, tra realtà e immaginazione, sospesi sulla Montagna Longa.

DETTAGLI PERCORSO

Percorso ad anello lungo circa 17 chilometri

Orario di inizio: 9:00

Orario di fine: 16.00 circa

Tempo di percorrenza: 7 ore

Difficoltà: E (il percorso è lungo con alcuni tratti a forte pendenza)

Altitudine di partenza: 600 m circa

Altitudine max: 970 m circa

Dislivello: 370 m circa

Tipo di percorso: mulattiera, sentiero, pista sterrata e terreno naturale pietroso.

Con le proprie auto ci si recherà in località Piano Margi da dove avrà inizio l’escursione. Partendo da una quota di circa 600 m s.l.m, procederemo lungo un sentiero verso Montagna Longa e ne raggiungeremo la cima attraverso un sentiero a zig zag che ci porterà a 975 m s.l.m. Dopo una sosta, ridiscenderemo in direzione di un boschetto di pini ed eucalipti verso Pizzo Montanello. Seguendo il sentiero il paesaggio cambierà totalmente finché non raggiungeremo la lecceta di Santo Canale per poi ritrovarci a Piano Margi.

ATTREZZATURA E NOTE: Abbigliamento adatto alla stagione, obbligatori gli scarponi da escursionismo; 2 l di acqua; pranzo a sacco. Consigliati bastoncini da trekking. Percorsi privi di acqua. Se prevista pioggia si consiglia l’uso di abbigliamento idoneo, giacca o mantella impermeabile con cappuccio. Zona molto ventosa.

DOVE E QUANDO: domenica 10 aprile 2022

Primo punto di incontro 8,00: piazzale Giotto

Secondo punto d’incontro 8:30: distributore Esso – Cinisi  -Via Aldo Moro (a sinistra subito dopo l’uscita per Cinisi dall’autostrada A19)

Terzo punto d’incontro 8:55 Piano Margi – Cinisi

INFORMAZIONI GENERALI

Prenotazione obbligatoria entro le 12 di sabato 19 marzo

Contattare:

Mariagiulia Colace 3472313415

Irene Bonanno 3406268393

(guide ambientali escursionistiche  associate Aigae) 

Numero massimo di partecipanti: 25 – Percorso non adatto ai bambini e consigliato a persone allenate e con esperienza di camminata in natura.

Costo: 15 € – la quota comprende accompagnamento con guida ambientale escursionistica, assicurazione infortuni e merenda. 

Ogni programma si svolgerà nel rispetto delle regole e secondo i termini di legge per la sicurezza da Covid-19.

N.B L’escursione potrà subire annullamento in caso di cattive condizioni meteo entro le 18 del sabato. La comunicazione verrà data telefonicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =